Una collaborazione che dura trent'anni

13 Febbraio 2018

 Vito Totorizzo, fondatore e titolare di Istop Spamat srl (Bari) , ci racconta la collaborazione pluriennale con Macport.

 

   Com'è iniziata la collaborazione con Macport?

È iniziata 30 anni fa con Giordano, il padre, quando la Macport era composta  solo da lui. Nel corso degli anni sono arrivati anche I figli, Matteo e Fabio e la collaborazione non si è mai interrotta. Ogni volta che abbiamo acquistato mezzi ci siamo rivolti a loro. Da altri abbiamo acquistato solo piccoli accessori, ma sempre accettando i consigli di Macport.

 

  Qual è l’aspetto  che preferite nel lavorare con Macport?

Soprattutto la chiarezza dei rapporti: quello che si dice viene fatto, e questo è fondamentale. Non c’è bisogno di sottoscriverlo, c’è affidabilità totale. Per noi Macport è un partner a tutti gli effetti, e non ci muoviamo se non ci sentiamo prima. Ci aggiornano anche come consulenti sulle condizioni del mercato.

 

 Quanto sono importanti i mezzi Liebherr per Istop Spamat?

Sono una rivoluzione per noi che Macport ci ha portato. Rispetto ad altri concorrenti ci garantiscono la continuità, cioè abbiamo potuto seguirli nel tempo.

Con gli Stacker abbiamo avuto un periodo di rodaggio, adesso vanno bene, e comunque abbiamo sempre goduto di tutta l’assistenza necessaria.

 

   Avete già progetti per il futuro?

La Spamat ha un modus operandi abituale: noi investiamo costantemente gli utili in nuovi mezzi, quindi la collaborazione si continuerà a crescere nel tempo. 

 

Torna a notizie
Chiamaci per maggiori info